Apprezzare quello che si ha

Quasi sempre focalizziamo l’attenzione su quello che vogliamo, ma ci fermiamo poco ad apprezzare veramente quello che abbiamo.

carpe diem

In genere la nostra priorità è pensare a quello che vogliamo adesso, a quello che vogliamo domani e a quello che vogliamo per il futuro.
Con questo tipo di atteggiamento eliminiamo il tempo presente e ci concentriamo sul futuro. “Adesso sono stufo di lavorare, ma quando andrò in ferie…”, “Adesso ho questa macchina ma quando prenderà quella…”, “Adesso sono da solo, ma quando starò con lei…”, “Adesso vivo qua ma quando potrò comprare quella casa”.
Vivere nel presente aiuta ad essere più felici e più consapevoli di quello che si sta facendo.

Continua a leggere

Accesso alle informazioni negli ultimi 30 anni

Sono nato agli inizi degli anni 80, l’accesso ai contenuti era molto diverso da oggi. Internet non era ancora diffuso e YouTube era una cosa impensabile per la velocità delle connessioni di quel periodo.
Quando da ragazzino i miei genitori mi fecero conoscere quella cosa chiamata internet mi resi subito conto delle potenzialità.
Per accedere ad internet utilizzavo un modem 56K che era veloce a caricare pagine testuali ma molto lento a caricare qualsiasi file multimediale.

La scuola

Le miei prime ricerche per la scuola erano completamente diverse dal giorno d’oggi.
La maestra ci dava un argomento e noi dovevamo “recuperare” informazioni e fare il tema. L’unico modo per accedere alle informazioni era andare in biblioteca alla ricerca di enciclopedie. Io ero fortunato perché i miei genitore già possedevano un’enciclopedia in diversi volumi e potevo leggere quella.
Mi ricordo che, nonostante il peso complessivo dell’opera, gli argomenti erano pochi e comunque trattati in maniera molto generica.

Continua a leggere

Chiusura mentale

Vedo che molte persone, per un motivo o per un altro, hanno una chiusura mentale e non riescono a godersi a pieno la vita.

Questo mio pensiero è cominciato ancora quando ero ragazzino, vedevo che spesso le persone venivano condizionati da delle convinzioni senza nessun fonte logica reale.

chiusura mentale

La mia salvezza è stata internet. Grazie a internet ho potuto approfondire la mia conoscenza di tantissime cose. Ho potuto leggere i pareri di persone molto diverse e distanti dal luogo in cui abito.

Questo mio processo di sviluppo della conoscenza continua ovviamente anche oggi. Rispetto a molte persone che mi stanno attorno mi sento diverso, vedo che la maggior parte delle gente tende ad uniformasi per poter essere accettata da gruppo.

Continua a leggere