apple

Stream Deck con il Mac

Era da un po’ che sentivo parlare di questo “Stream Deck” e quando ho visto la recensione di QuelTaleAle mi ha convinto all’acquisto. Ne ho approfittato anche per l’offerta che c’è stata nei Prime Day.

Per chi fosse interessato vi metto il video della recensione di QuelTaleAle:

Uno dei motivi che mi fermava nell’acquisto di questo prodotto è che su Mac esiste già Keyboard Maestro che permette di fare quello che fa lo Stream Deck e molto di più.
Ho avuto però un idea, e se lo utilizzo in abbinata a Keyboard Maestro? Come se fosse una specie di Touch Bar dei MacBook?

Il software per gestire lo Stream Deck su Mac funziona egregiamente, molto fluido e permette oltre che la personalizzazione dei singoli tasti anche la possibilità di associare un’immagine al tasto, supporta sia i classici file icona (ICNS o ICO) che i file immagine (PNG, JPG, BMP).
Già con il software base si può comandare parecchia roba ma il vero vantaggio su Mac è l’abbinamento con Keyboard Maestro.

Per utilizzarlo con Keyboard Maestro basta utilizzare la funzione “Hotkey” di StreamDeck ed andare ad associare la stessa combinazione di tasti con la funzione “This hot key: [ ] is pressed.

Le funzioni sono infine, una delle cose che ho impostato per adesso è l’apertura diretta dello streaming dei miei canali Twitch preferiti.

Come avete utilizzato il vostro StreamDeck? Quale icone avete aggiunto? Sono curioso di vedere tutto quello che si può fare con questo Deck!

Sirena aggiuntiva iSmart Alarm


Finalmente è arrivata anche in Italia la sirena aggiuntiva per iSmart Alarm. Nella precedente recensione avevo evidenziato che uno dei pochi aspetti negativi di questo sistema di allarme era il fatto che la sirena emetteva un suono troppo debole.
Questa nuova sirena aggiuntiva invece emette un suono di ben 110db, molto più potente rispetto alla sirena che è integrata nella base dell’allarme.
Un aspetto importante di questa sirena è che può essere posizionata dove si vuole in casa senza doverla per forza collegare vicino alla base.
Le dimensioni come si vede dall’immagine sono molto contenute.

Si alimenta via cavo micro usb che è presente nella confezione ma sono presenti anche tre batteria di tipo AAA che vi garantiscono il funzionamento della sirena anche se dovesse mancare la corrente per 48 ore.

Se la sirena passa dall’alimentazione a corrente all’alimentazione a batteria si viene comunque avvisati con una notifica sullo smartphone.

Il prodotto è acquistabile da qui.

Pokemon Go come funziona

In queste ultime settimane stanno accadendo fatti curiosi riguardo al nuovo gioco della Niantic Pokemon Go.

 

Ho deciso di scrivere questo articolo per analizzare meglio la situazione attuale visto che ormai ne parlano tutti. Partendo dal presupposto che purtroppo non sono un fan dei Pokemon, scrivo purtroppo perché quando il fenomeno dei Pokemon è nato in Italia avevo già qualche anno in più rispetto al target a cui era rivolto, e questo non mi ha mai fatto appassionare al cartone animato ma neanche ai vari videogiochi ecc. Ho comunque deciso di provare il titolo per capire da dove arriva tutta questa euforia anche da persone che di solito non parlano di videogiochi.

 

Ma iniziamo a parlare veramente del titolo. Pokemon Go si basa sulle mappe di google per cui il luogo dove giocare è praticamente il mondo. Camminando per strada si possono incontrare i vari Pokemon, anche se a volte capita di trovarli anche nella propria casa. Per catturarli bisogna lanciargli addosso delle sfere Poké, più il Pokemon è di alto livello e più è difficile da prendere.

 


pokemongoIl gioco di per se è molto semplice, una volta catturati i Pokemon si possono far aumentare di livello e farli evolvere in creature sempre più forti. Una volta superato il livello 5 si può accedere alle varie palestre sparse per la mappa, di solito sono dei luoghi di interesse come statue, parchi, chiese ecc.
Se il vostro Pokemon è abbastanza forte e riuscite a battere i proprietari precedenti, la palestra è vostra.

 

Su YouTube ovviamente sono comparsi miglioni di video dedicati al gioco, eccone uno di una delle mie youtuber preferite:

 

 

A livello mondiale sono accaduti parecchi fatti “folli” come questo assalto di gente al Central Park a New York dopo che è stato scoperto che c’era un Pokemon raro nel parco:

 

 

Anche in molte città italiane sono già nati raduni:

 

 

La cosa che però mi fa più sorridere non sono tanto questi raduni, ci sono raduni di ogni genere da motociclisti ad appassionati di qualsiasi cosa non vedo perché non ci debbano essere raduni anche per i Pokemon, ma la gente che commenta con frasi tipo “non avete niente da fare” o “andate a caccia di fighe invece che di pokemon” ecc. Tra l’altro queste persone che commentano negativamente non sono due o tre ma centinaia di migliaia su ogni live, video o articolo su internet.
In pratica questa gente “perde tempo” a dire ad altre persone che “perdono tempo”!

 

Per concludere metto questo video di Scottecs che riassume un po’ la mia idea rivolta a queste persone, fatevi un secchio di cavoli vostri!