Tag Archives: videogiochi

Your computer doesn’t meet Rift’s recommended specificiations – Requisiti minimi Oculus Rift

Ogni volta che avvio il software per gestire l’Oculus Rift compare questo messaggio di avviso “Your computer doesn’t meet Rift’s recommended specificiations, which can lead to poor experience in VR. Learn More.” Questo messaggio viene visualizzato non solo all’apertura del programma ma anche con indossando il visore.

L’avviso è dovuto al mio processore che effettivamente ormai è vecchio! E’ un i7-3770. Andando a controllare sul sito ufficiale di Oculus i requisiti minimi sono:

oculus-minimal

Nel mio caso il problema è il processore “Intel i3-6100”. Perfetto, si vede che i processori di ultima generazione sono veramente superiori. Per pura curiosità però vado a controllare su un sito di benchmarks (www.cpubenchmark.net) e mi trovo questa classifica:

cpu-i3

L’i3 menzionato ha un punteggio di 5.389 contro il mio i7 che ha un punteggio di 9.324. Effettivamente qualsiasi gioco o applicazione da me provata (dovuto probabilmente alla potenza bruta della GTX1070) gira perfettamente a dettagli ULTRA non scendendo mai sotto i 90FPS.

Allora mi spiegate perché ogni volta che alzo la testa in VR mi devo vedere l’avviso che mi ricorda che il mio pc è una baracca? Datemi almeno una possibilità nelle impostazioni di togliere l’avviso.

Vi lascio il link al forum ufficiale di Oculus dove discutono della cosa.

Star Citizen – CitizenCon 9 ottobre 2016

starcitizen

Star Citizen per gli appassionati di fantascienza é probabilmente uno dei giochi più attesi in assoluto. Il progetto è nato nel lontano 2012, per chi non sapesse di cosa sto parlando vi rimando a Wikipedia.

Nell’arco di questi anni leggendo gli sviluppi mi sono un po’ ricreduto e ho cominciato a considerare il progetto troppo immenso e ambizioso per poter essere sviluppato realmente.

Ogni volta che però mostrano il punto della situazione come per esempio al CitizenCon di ieri ricomincio a sperare che il tutto sia realizzabile!

Ecco il video della conferenza:

Pokemon Go come funziona

In queste ultime settimane stanno accadendo fatti curiosi riguardo al nuovo gioco della Niantic Pokemon Go.

 

Ho deciso di scrivere questo articolo per analizzare meglio la situazione attuale visto che ormai ne parlano tutti. Partendo dal presupposto che purtroppo non sono un fan dei Pokemon, scrivo purtroppo perché quando il fenomeno dei Pokemon è nato in Italia avevo già qualche anno in più rispetto al target a cui era rivolto, e questo non mi ha mai fatto appassionare al cartone animato ma neanche ai vari videogiochi ecc. Ho comunque deciso di provare il titolo per capire da dove arriva tutta questa euforia anche da persone che di solito non parlano di videogiochi.

 

Ma iniziamo a parlare veramente del titolo. Pokemon Go si basa sulle mappe di google per cui il luogo dove giocare è praticamente il mondo. Camminando per strada si possono incontrare i vari Pokemon, anche se a volte capita di trovarli anche nella propria casa. Per catturarli bisogna lanciargli addosso delle sfere Poké, più il Pokemon è di alto livello e più è difficile da prendere.

 


pokemongoIl gioco di per se è molto semplice, una volta catturati i Pokemon si possono far aumentare di livello e farli evolvere in creature sempre più forti. Una volta superato il livello 5 si può accedere alle varie palestre sparse per la mappa, di solito sono dei luoghi di interesse come statue, parchi, chiese ecc.
Se il vostro Pokemon è abbastanza forte e riuscite a battere i proprietari precedenti, la palestra è vostra.

 

Su YouTube ovviamente sono comparsi miglioni di video dedicati al gioco, eccone uno di una delle mie youtuber preferite:

 

 

A livello mondiale sono accaduti parecchi fatti “folli” come questo assalto di gente al Central Park a New York dopo che è stato scoperto che c’era un Pokemon raro nel parco:

 

 

Anche in molte città italiane sono già nati raduni:

 

 

La cosa che però mi fa più sorridere non sono tanto questi raduni, ci sono raduni di ogni genere da motociclisti ad appassionati di qualsiasi cosa non vedo perché non ci debbano essere raduni anche per i Pokemon, ma la gente che commenta con frasi tipo “non avete niente da fare” o “andate a caccia di fighe invece che di pokemon” ecc. Tra l’altro queste persone che commentano negativamente non sono due o tre ma centinaia di migliaia su ogni live, video o articolo su internet.
In pratica questa gente “perde tempo” a dire ad altre persone che “perdono tempo”!

 

Per concludere metto questo video di Scottecs che riassume un po’ la mia idea rivolta a queste persone, fatevi un secchio di cavoli vostri!