Tag Archives: apple

Recensione termostato Netatmo

Era da un po’ di tempo che ero intenzionato all’acquisto di un termostato intelligente, ho seguito prodotti di altre marche ma alla fine ho optato per questo Netatmo per la piena compatibilità con il mercato italiano, per l’integrazione con HomeKit e per il costo abbordabile.

716DBWG6HgL._SL1500_

La cosa che mi stava bloccando per l’acquisto era la mia scarsissima conoscenza di impianti di riscaldamento per la casa. Tutti i miei problemi in realtà si sono risolti in meno di 5 minuti collegando due cavi al termostato.

 

 

L’operazione più lunga è stata semplicemente a livello estetico. Il mio vecchio termostato era predisposto per il fissaggio con due viti ai lati, invece questo nuovo ha quattro viti. Ho dovuto ritagliare il vecchio pezzo di plastica e fare quattro fori per il fissaggio:

IMG_0616
IMG_0617

E poi ho collegato i due cavetti:

IMG_0618

Ecco come appare una volta montato:
IMG_0619

Il secondo pezzo invece presente nella confezione che sarebbe il relè va semplicemente collegato alla corrente.2016-06-21 - -1

Non resta che scaricare l’applicazione per iPhone o per Android.

IMG_0876

Essendo uno dei prodotti che è compatibile al 100% con HomeKit è possibile utilizzare anche i comandi vocali per esempio “Ehi Siri imposta la temperatura a 22 gradi”.
E’ comunque disponibile anche una comodissima interfaccia web.

2016-06-21 - -web

Cliccare qui per acquistare il prodotto.

Con la stessa interfaccia web è possibile comandare anche la stazione meteo che verrà approfondita in un altro articolo.

Recensione iSmart Alarm

Ho deciso di recensire questo prodotto perché mi ha stupito in maniera positiva per l’ottima qualità e per il prezzo non particolarmente elevato per essere un impianto di sicurezza.

ismartalarm

Lo si trova su Amazon a questo link ad un prezzo di listino che si aggira sui 199€ ma ogni tanto con le varie promozioni si riesce a scendere un po’.

All’interno della confezioni sono presenti 6 pezzi:

 

ismart-cubo

 

 

Il cubo che è la parte principale che gestisce tutto il sistema di allarme, a questo si collegano gli altri sensori che non hanno bisogno di nessun tipo di cavo per poter funzionare ma lavorano tutti in wi-fi.

Dietro il cubo sono presenti la porta di alimentazione, la porta di rete e un porta USB che per adesso non ha un particolare utilizzo ma è specificato che verrà utilizzata per espansioni future. All’interno di questo cubo è anche presente una cassa che farà partire l’allarme nel momento in cui non verrà disattivato in tempo.

 

ismart-movimento

 

 

Il sensore di movimento che rileva la presenza di persone all’interno della casa.

 

ismart-door

 

2 sensori porte/finestre che andranno appunto posizionati ad ogni porta o finestra che si vuole controllare.

 

ismart-telecomando

 

2 telecomandi per accendere/spegnere il sistema di allarme (pulsante in alto a sinistra e in alto a destra) ma anche per abilitare la modalità “a casa” (pulsante in basso a sinistra) che permette di spegnere i sensori di movimento ma di tener acceso i sensori di porte/finestre in maniera tale da poterlo tenere acceso anche quando si è in casa e venire comunque avvisati se qualcuno apre una porta o una finestra. E l’ultimo pulsante (in basso a destra) per abilitare la modalità “panico” per far suonare l’allarme volontariamente.

Per poter gestire il sistema anche da remoto è possibile scaricare l’applicazione gratuita per iPhone o Android che ti permette di gestire tutto anche senza il telecomando e anzi con molte funzioni in più.

 

ismart - IMG_0173
Qui sono presenti i classici quattro tasti che sono presenti anche sul telecomando che abilitano le funzioni dell’allarme.

 

ismart - IMG_0172

 

All’interno della sezione Monitor di sicurezza è possibile vedere in tempo reale quali sono le finestre o porte aperte e chiuse.

 

ismart - IMG_0176

 

ismart - IMG_0177

 

Ogni volta che succedere qualcosa in casa arriva una notifica sul cellulare con specificato che cosa è successo per esempio “05 nov 2015, 20:13:38 Allarme sensore di contatto Balcone è stato aperto” e tutte le notifiche rimangono salvate nello storico Notifiche dell’app.

 

ismart - IMG_0175

ismart - IMG_0174

 

Nelle impostazioni dell’allarme è possibile regolare il volume della sirena, che in realtà anche se impostato a livello Alto non è che abbia un suono particolarmente elevato, all’interno della casa è sicuramente udibile ma all’esterno della casa soprattuto se i muri sono grossi o isolanti il suono non è udibile. Comunque sul sito ufficiale del produttore sono presenti delle sirene aggiuntive che però sono ancora il fase di lancio, bisognerà testarle e vedere come funzioneranno.

Un’altra funzione molto carica è il “Cicalino porta” che effettuerà un suono simpatico dal cubo tipo “Dling Dlong” anche con allarme spento che identifica quando una porta o finestra viene aperta.

E’ possibile impostare anche la tempistica dopo cui l’allarme si attiva in 30 secondi, 1 minuto, 3 minuti e 5 minuti, in questo lasso di tempo il cubo emetterà un suono per identificare che si sta attivando, quando mancheranno pochi secondi all’attivazione il bip diventa più veloce fino a fare un bip finale per segnalare che è attivo. Per disattivare la funzione è la stessa ma si può regolare a 10 secondi, 30 secondi, 1 minuto e 3 minuti dopo di che partirà la sirena.

Ecco il link ad Amazon per acquistare il prodotto.

Se si vogliono acquistare dei sensori per porte/finestre aggiuntivi si possono trovare sui 29€. Invece i sensori di movimento si trovano sui 34€ e telecomandi aggiuntivi sui 24€.

Esiste anche una videocamera di sorveglianza che si può collegare sempre al cubo che va a completare il sistema di sorveglianza disponibile qua.

Ricordatevi di inserire la vostra mail nella colonna di destra in alto così verrete avvisati se escono articoli simili.

Il backup perfetto

Con un singolo sistema di backup c’è sempre la possibilità che qualcosa vada storto, o per errore umano o per una rottura di qualche componete. Con l’unione di più sistemi di backup invece si ha la certezza che i nostri dati siano al sicuro.

timemachine

1) Time Machine per Mac
Uno dei sistemi più semplici e automatici che è a disposizione gratuitamente per ogni utente Mac è Time Machine. Quando si collega per la prima volta una hard disk esterno ad un Mac viene chiesto se si vuole utilizzare tale disco per il backup. Il Mac effettuerà in maniera silenziosa una copia di sicurezza di ogni file presente sul computer.
Apple mette a disposizione anche il Time Capsule che oltre a crearti una rete wi-fi ad alta velocità di permette di fare il backup senza fili. E’ disponibile sia la versione da 2TB che da 3TB. Qui la descrizione dettagliata fornita dal sito ufficiale.
Con Time Machine è anche possibile vedere la cronologia di una cartella per recuperare eventuali file che si sono cancellati per sbaglio.

2) Syncback per Windows
Questo programma disponibile anche in versione freeware, offre la possibilità di sincronizzare due cartelle, molto comodo per effettuare copie di sicurezza magari su un disco esterno. (programma con la stessa funzione per mac è invece File Synchronization)

3) Dropbox
Dropbox è un ottimo sistema, se non il migliore, di sincronia di file tra diversi dispositivi. E’ compatibile con Mac, Windows, IOS e Android.
Ogni file che viene modificato su un dispositivo dropbox-logoautomaticamente viene sincronizzato su tutti gli altri dove si ha installato l’applicazione. Inizialmente si hanno a disposizione 2 GB gratuiti e ogni volta che si invita un amico si ottengono 500MB in più. Registrandosi da questo link si hanno subito disponibile 500MB in più.
Io utilizzo la versione gratuita ma con i vari inviti sono riuscito ad arrivare a 10GB che mi permettono di archiviare tranquillamente documenti, qualche immagine e comunque i file che ritengo più importanti.

4) Copy
Copy è un programma molto simile a dropbox, anche se meno famoso, ma da a disposizione inizialmente 15GB di spazio gratuito e per ogni invito si ottengo 5GB in più. Ultimamente però è stato aggiunto un limite massimo di 5 inviti che si possono fare per cui si può arrivare gratuitamente a 40GB.
Utilizzo questo servizio per archiviare file più grossi rispetto a quelli che metto su dropbox come video e programmi.

5) iCloud
iCloud offre 5gb di spazio gratuito per effettuare il backup di dispositivi Apple come iPhone e iPad. In genere i 5gb sono sufficienti per il backup di due dispositivi perché per molti file tipo le applicazioni vengono salvate solo le impostazioni e i file privati ma poi l’applicazione vera e propria viene eventualmente riscarica dall’App Store.

6) Crashplan
Crashplan è uno dei migliori sistemi di backup. Offre gratuitamente un sistema di salvataggi dati sulla propria rete domestica o via internet su il pc di un amico che ha installato anche lui il programma.  I dati vengono salvati con un sistema di crittografia a 128-bit. In pratica ci si può organizzare con un amico ed installare entrambi il software per poter effettuare il backup uno sul computer dell’altro, ovviamente senza che l’altro possa accedere ai propri file perché appunto criptati a 128-bit.

crashplanCon il sistema a pagamento si ha invece spazio illimitato sui loro server per poter backuppare tutto quello che si vuole e con una crittografia a 448-bit.